sabato 28 giugno 2014

BBQ PASSION AND PIADINA



Eccomi qui, come al solito all'ultimo minuto e come al solito in ritardo.... Rinunciare anche questa volta alla ricetta del concorso più folle, divertente e istruttivo del web non mi sarebbe piaciuto. Per chi non lo sa, provate a dare un'occhiata al sito dell'emmetichallenge e divertitevi anche voi a partecipare come spettatori e giudici al piadamondiale.
Questo mese piadina. Io non ho mai provato a realizzarne una, le ho sempre in dispensa perchè piacciono e sono una manna dal cielo quando i figli tornano affamati da scuola e non so cosa preparare da mangiare. Uno dei matrimoni più belli a cui ho partecipato aveva lo sposo riminese e il catering aveva previsto anche due signore che cuocevano piade al momento, uno spettacolo!
Questa volta la sfida mensile mi chiede di provare a fare io le piadine e di immaginare una farcitura estiva e da cibo di strada.

Ecco, ciò che propongo io forse non è proprio estivo, ma ultimamente in casa mia va molto. Chi mi conosce e mi segue su facebook sa che il marito  si sta appassionando sempre di più (per la gioia mia e di chi viene a mangiare da noi) al barbecue american style. Ha cominciato con la griglia tradizionale, poi si è lanciato nelle cotture più complesse (il pollo sulla lattina, i filetti di maiale o di capriolo ad esempio) ed è arrivato al low and slow, la cottura lenta a bassa temperatura. Il barbecue americano è caratterizzato da tre capisaldi: le costine di maiale, la spalla affumicata e la punta di petto. Per la sua festa che porta nel nostro giardino decine e decine di amici il marito ha pensato al pulled pork, ovvero alla spalla di maiale affumicata. E vuoi che non ne approfitti per decidere di farcire così la mia prima piadina homemade?


Ecco quindi la

PULLED PORK PIADINA 


per la piadina ho seguito alla lettera ingredienti e ricetta di Tiziana , che copio e incollo qui per ovvia mancanza di tempo (tra un'ora verranno amici a cena.... stasera kansas city ribs)


500 g di farina 00*
125 g di acqua
125 g di latte parzialmente scremato fresco
100 g di strutto
15 g di lievito per torte salate
10 g di sale fine
1 pizzico di bicarbonato di sodio

Intiepidite al microonde il latte e l'acqua. Lasciate ammorbidire lo strutto mezz'ora circa fuori dal frigorifero. Disponete a fontana la farina e al centro mettete lo strutto a pezzetti con il lievito, il bicarbonato e il sale, schiacciatelo con la forchetta per ammorbidirlo, aggiungete l'acqua e il latte. La consistenza inizialmente potrebbe essere un pochino appiccicosa e la pasta si attaccherà al tagliere ma impastando per una decina di minuti, cambierà staccandosi e diventando molto morbida e liscia. Se il liquido è troppo poco si sfalda e risulta un po' dura. Mettete l'impasto in una ciotola e coprite con la pellicola per alimenti. Lasciate riposare 48 ore a massimo 20°C o in frigorifero se fosse più caldo. In questo caso tirate fuori la pasta due prima.  Dividete l'impasto in 6 pezzi e formate delle palline, lasciatele riposare almeno mezz'ora. Infarinate appena il tagliere e disponetevi una pallina d'impasto, schiacciatela con la punta delle dita, stendete la piadina con il mattarello girandola spesso in modo che rimanga rotonda, con un diametro di circa 20 centimetri e uno spessore di metà centimetro. Scaldate una padella antiaderente piuttosto larga e fate attenzione a che la temperatura non sia troppo alta perchè la piadina rischia di bruciarsi all'esterno e di rimanere cruda all'interno. Cuocete pochi minuti per lato. Disponete le piadine una sull'altra in modo che rimangano calde.


PULLED PORK

  • Una spalla di maiale con osso (dai tre ai cinque chili)
  • Rub, ovvero: mix di spezie (cumino, coriandolo, paprika, pepe)  ed erbe aromatiche essicate (dragoncello, timo, rosmarino, maggiorana, origano, aglio)
  • trucioli di hickory (una specie di quercia americana)
  • sale

In una ciotola mettete spezie, le erbe aromatiche e il sale. Togliete la cotenna alla spalla e ricopritela di spezie.
Preparate il BBQ in questo modo: sistemate una manciata di trucioli di legno in acqua e nel frattempo accendete i bricchetti di carbonella (ne bastano pochi e potrete farlo dentro l'accenditore, un tubo ideale per accendere velocemente e in sicurezza la carbonella)
Mettete le braci nel BBQ sistemandoli per la cottura indiretta (quindi non sotto il pezzo da cuocere, ma di lato) e i trucioli di legno scolati sulle braci. Sistemate la spalla sulla griglia e chiudete il coperchio. La grande difficoltà è legata al mantenimento della temperatura costante e bassa. La spalla deve cuocere a 120° per 8 / 12 ore a seconda del pezzo.
Vi toccherà seguire l'andamento della cottura controllando ogni tanto la temperatura e aggiungendo braci quando vedrete che comincerà a scendere.

Il pulled pork tradizionale si dovrebbe sfilacciare e per arrivare a ciò bisogna che la temperatura interna della carne abbia superato gli  80°, tutto dipende dal peso del pezzo. La spalla cotta dal marito non è arrivata a sfilacciarsi, perchè gli amici avevano troppa voglia di provarla, ma era buonissima comunque: morbida e profumatissima. Con cosa si mangia tradizionalmente il pulled pork? Con l'insalata di cavolo.Io ho fatto lo stesso.


COLESLAW SALAD


100 grammi di cavolo bianco
100 grammi di cavolo rosso
maionese homemade
un cucchiaio di senape

Tagliate a julienne il cavolo bianco e quello rosso, lavate e asciugate. Preparate una maionese tenendola leggermente liquida e aggiungete un cucchiaio di senape. Versate in una ciotola il cavolo, maionese e senape e mescolate.

Quando avrete tutti gli ingredienti pronti potrete assemblare la vostra piadina, mettere su una compilation di Bruce, aprirvi una birra ghiacciata e gustarvi la serata....



NOTE
  • STRUTTO. Ho la fortuna, lo sapete, di avere la suocera ideale: discreta, generosa e piena di risorse. Non ho avuto nessuna difficoltà a trovare lo strutto, mi è bastato andare dalla suocera a chiedere e lei mi ha dato non uno strutto qualsiasi, bensì il grasso proveniente da un famoso prosciuttificio di Langhirano....
  • PULLED PORK: ringrazio il marito per aver contribuito all'80% alla ricetta. Il suo pulled pork è sempre meglio e ora che gli abbiamo regalato l'affumicatore (smokey mountain weber, of course), siamo tutti pronti a nuove meraviglie
  • PIADINA: come primo tentativo non mi posso lamentare, ma, lo ammetto, non mi è venuta benissimo. Non sono riuscita a piegarla senza spezzarla.... In compenso gli amici che sono venuti a cena si sono spazzolati con gusto tutte le piadine avanzate!






4 commenti:

  1. E beh, mi sembra davvero buona e me la mangerei anche subito, anche se a quest'ora è più il caso che vada a dormire. Complimenti !

    RispondiElimina
  2. Anche a me a volte di rompono, dipende tutto dalla cottura, mi sono resa conto che bastano davvero pochi secondi di differenza e cambia tutto, ma di certo non si stravolge il gusto, se per caso le cuoci e devi aspettare un pochino per mangiarle falle appena un po' meno cotte così si mantengono morbide e all'ultimo puoi scaldarle e piegarle all'istante!! comunque l'aspetto è bellissimo e sembrano molto ben cotte!!! Questo maiale è una favola, che piadine super!!!!

    RispondiElimina
  3. Adoro i tuoi barbecue, questa piadina ha l'aria davvero golosa...

    RispondiElimina
  4. Ciao! Che belle ricette qui da te! Questa piada è molto invitante...
    Siamo nuove follower, se ti va di passare ci trovi qui:
    www.sevacolazione.blogspot.it
    V

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails